Professor Cattaneo Ematologo

546
Dottor Marco Cattaneo

PROF. MARCO CATTANEO

Nel 1975 si Laurea in Medicina e Chirurgia Università Statale di Milano; Nel 1976 Abilitazione all'esercizio della professione di Medico-Chirurgo; 1978 Specializzazione in Ematologia Clinica e di Laboratorio Università degli Studi di Pavia

ESPERIENZE PROFESSIONALI

1979-1981 Post-doctoral fellow presso il Department of Pathology, McMaster University,Hamilton Ontario. Canada.

9-81 / 12-82 Assistente Ematologo di ruolo presso il Centro Emofilia e Trombosi A. Bianchi Bonomi, Istituto di Medicina Interna, Ospedale Maggiore Policlinico. Università di Milano.

1983 Visiting Assistant Professor presso il Department of Pathology, McMaster University, Hamilton Ontario. Canada.

1984 Visiting Scientist presso il Department of Pathology, McMaster University, Hamilton Ontario. Canada.

1985 Visiting Scientist presso il Department of Pathology, McMaster University, Hamilton Ontario. Canada

1988 Visiting Scientist presso il Thrombosis Centre, Temple University, Philadelphia, PA. USA.

1989Visiting Scientist presso il Thrombosis Centre, Temple University, Philadelphia, PA. USA

1/83-5/86, 11/86-12/89 Assistente Medico Ematologo di ruolo presso il Centro Emofilia e Trombosi A.

Bianchi Bonomi, Istituto di Medicina Interna, Ospedale Maggiore Policlinico. Università di Milano.

5/86-11/86 Aiuto Corresponsabile Ospedaliero Ematologo Supplente presso il Centro Emofilia e Trombosi A. Bianchi Bonomi, Istituto di Medicina Interna, Ospedale Maggiore Policlinico. Università di Milano.

12-89 / 2-90 Aiuto Corresponsabile Ospedaliero Ematologo Incaricato presso il Centro Emofilia e Trombosi A. Bianchi Bonomi, Istituto di Medicina Interna, Ospedale Maggiore Policlinico. Università di Milano.

3-90 / 11-92 Aiuto Corresponsabile Ospedaliero Ematologo di ruolo presso il Centro Emofilia e Trombosi A. Bianchi Bonomi, Istituto di Medicina Interna, Ospedale Maggiore Policlinico. Università di Milano.

11-92 / 11-01 Professore Universitario di ruolo di Seconda Fascia con insegnamento di Medicina Interna. Aiuto presso la VI Divisione di Medicina, Istituto di Medicina Interna, Ospedale Maggiore Policlinico.

Università di Milano.

Coordinatore delle attività clinica e di ricerca nel campo delle malattie trombotiche presso l'Istituto di Medicina Interna, Ospedale Maggiore Policlinico. Università di Milano.

11-01 / 02-02 Professore Universitario di ruolo di Seconda Fascia con insegnamento di Medicina Interna. Responsabile dell’Unità di Ematologia e Trombosi, Medicina II. Dipartimento di Medicina, Chirurgia e Odontoiatria. Ospedale San Paolo – Università di Milano

03-02 / Attualmene Professore Universitario di ruolo di Prima Fascia con insegnamento di Medicina Interna. Responsabile dell’Unità di Medicina III, Clinica Medica. Dipartimento di Medicina, Chirurgia e Odontoiatria. Ospedale San Paolo – Università di Milano.

CARICHE

1985-86: Membro del Comitato Scientifico della Fondazione dell'Emofilia.

1989-1999: SEGRETARIO SCIENTIFICO della Associazione per la Lotta alla Trombosi (A.L.T.)

1986: Membro del COMITATO SCIENTIFICO del 17° Congresso della World Federation of Hemophilia, 1986. Milano.

1995-1997: Membro dell'EXECUTIVE ORGANIZING COMMITTEE for the XVIth Congress of the International Society on Thrombosis and Haemostasis, Firenze 6-12 giugno 1997.

1997-1999: Membro dell’INTERNATIONAL ADVISORY COMMITTEE for theXVIIth Congress of the International Society on Thrombosis and Haemostasis, Washington, DC, 14-18 agosto 1999.

1999-2012: Membro del CONSIGLIO DIRETTIVO e del COMITATO SCIENTIFICO della Associazione per la Lotta alla Trombosi (A.L.T.).

1999-2001: Membro dell’INTERNATIONAL ADVISORY COMMITTEE for theXVIIIth Congress of the International Society on Thrombosis and Haemostasis, Parigi, Francia, 2001.

1999-2001: Membro del SOUNDING BOARD della International Homocysteine Society, che verrà ufficialmente fondata nell’anno 2001.

1999-2001: Membro dello SCIENTIFIC ORGANIZING COMMITTEE del 3rd International Conference on Homocysteine Metabolism, Sorrento, 4-7 luglio 2001.

2000: CHAIRMAN del Congresso Internazionale della ETRO (European Thrombosis Research Organization) su: ADP 2000 – The Platelet ADP Receptors. C2002: CHAIRMAN del Congresso Internazionale della ETRO (European Thrombosis Research Organization) su: ADP

2002 – The Platelet ADP Receptors

2001-2003:Membro dell’INTERNATIONAL ADVISORY COMMITTEE for theXIXth Congress of the International Society on Thrombosis and Haemostasis, Birmingham, UK, 20013

2002-2004 VICEPRESIDENTE, Società Italiana per lo Studio dell’Emostasi e della Trombosi (SISET)

2003-2007 Co-chairman del Scientific Subcommittee on Platelet Physiology, Scientific and Standardization Committee, International Society on Thrombosis and Haemostasis

2007-2011 Chairman del Scientific Subcommittee on Platelet Physiology, Scientific and Standardization Committee, International Society on Thrombosis and Haemostasis

2003-2005: Membro dell’INTERNATIONAL ADVISORY COMMITTEE for the XXth Congress of the International Society on Thrombosis and Haemostasis, Sydneyi, Australia, 2005

2004: CHAIRMAN del Congresso Internazionale della ETRO (European Thrombosis Research Organization) su: ADP 2004 – The Platelet ADP Receptors and other, potential targets of new antithrombotic drugs

2004-2006: PRESIDENTE, Società Italiana per lo Studio dell’Emostasi e della Trombosi (SISET)

2005: Chairman del 5th International Conference on Homocysteine Metabolism. Milano, 26-30 giugno 2005

2005: Membro del “Sottocomitato Scientifico per la prevenzione delle patologie prevenibili con acido folico” del MINISTERO DELLA SALUTE

2006: CHAIRMAN del Congresso Internazionale: ADP 2006 – Platelet P2 Receptors: from Basic Science to Clinical Practice

2003-2007: Membro dello SCIENTIFIC PROGRAMME COMMITTEE for theXXIth Congress of the International Society on Thrombosis and Haemostasis, Ginevra, Svizzera, 2007

2006-2008 PAST-PRESIDENT, Società Italiana per lo Studio dell’Emostasi e della Trombosi (SISET).

2010-2012 Principal Investigator dello studio PRINA, per la valutazione dell’effetto del prasugrel in pazienti con asma bronchiale

2010-2011 Membro dell’Antithrombotic and Thrombolytic Therapy: American College of Chest Physicians Evidence- based Clinical Practice Guidelines, 9th Edition (AT9)

2010-presente Membro del COUNCIL dell’International Society on Thrombosis and Haemostasis, classe 2016

2010-presente Membro del Thrombosis Working Group Nucleus della European Society of Cardiology

PUBBLICAZIONI SCIENTIFICHE

Autore di 304 pubblicazioni scientifiche (aprile 2017) su riviste internazionali recensite da Current Contents Life Sciences – Indice H (Scopus): 58

COLLABORAZIONI EDITORIALI

Numerose sono le collaborazioni editoriali, tra le quali citiamo: MEDICO E PAZIENTE. Edifarm. Milano, CHECK UP. Milano, MEDITIME, Edizione L'Ariete. Milano, MEDICINA GENERALE. Organo della Società Italiana di Medicina generale, Revisore di articoli scientifici per riviste scientifiche nazionali e internazionali, EDITOR della rivista scientifica internazionale THROMBOSIS RESEARCH, Membro dell'ADVISORY BOARD della rivista HAEMATOLOGICA, organo della Società Italiana di Ematologia, -presente Membro dell'Editorial Board della rivista internazionale PLATELETS , Membro dell'EDITORIAL BOARD della rivista HAEMATOLOGICA, organo ufficiale della Società Italiana di Ematologia, -presente ASSOCIATE EDITOR di JOURNAL OF THROMBOSIS AND HAEMOSTASIS MEMBRO dell’EDITORIAL BOARD della rivista internazionale ARTERIOSCLEROSIS, THROMBOSIS AND VASCULAR BIOLOGY, pubblicazione ufficiale dell’AMERICAN HEART ASSOCIATION, presente MEMBRO dell’EDITORIAL BOARD della rivista internazionale BLOOD REVIEWS, MEMBRO dell’EDIORIAL BOARD della rivista scientifica internazionale AMERICAN JOURNAL OF BIOLOGICAL SCIENCES, Membro dell’Advisory Board della rivista THE CARDIORENAL JOURNAL, Membro del “Antithrombotic and Thrombolytic Therapy: American College of Chest Physicians Evidence- based Clinical Practice Guidelines”, 9th Edition (AT9)

ATTIVITA’

La maggior parte delle ricerche svolte, ed in fase di svolgimento, in questo periodo hanno avuto lo scopo di studiare alcuni aspetti di fisiopatologia piastrinica, il meccanismo d'azione e gli effetti clinici di alcuni farmaci emostatici o antitrombotici, i fattori di rischio trombotico in pazienti con sindromi trombofiliche congenite o acquisite. In particolare si segnalano i seguenti studi:

– descrizione di un nuovo difetto congenito di funzione piastrinica, caratterizzato da mancate risposte funzionali e biochimiche all'ADP, dovute a mutazioni nel gene codificante il recettore P2Y12.

– modulazione farmacologica dell'aggregazione piastrinica a elevati livelli di shear stress.

– studio dell'aggregazione piastrinica a elevati livelli di shear stress in pazienti con piastrinopatie congenite e sua correlazione con il tempo di emorragia prima e dopo correzione con desmopressina.

– studi di prevalenza di alterazioni del metabolismo degli aminoacidi solforati e di carenze vitaminiche del gruppo B in pazienti affetti da trombosi venose e/o arteriose in età giovanile. Prima dimostrazione di un'associazione tra iperomocisteinemia e rischio di tromboembolismo venoso.

– studi sul meccanismo d'azione della desmopressina, derivato sintetico della vasopressina, utile nel trattamento non trasfusionale di pazienti con malattie emorragiche congenite o acquisite.

– metanalisi dell'effetto della desmopressina sul sanguinamento intra- e postoperatorio in pazienti sottoposti a circolazione extracorporea.

– studi sulle variabili che influenzano il prolungamento del tempo di emorragia in pazienti con difetti dell'emostasi primaria.

– studi sul sistema emostatico di pazienti con malattie coronariche acute, diabete, dislipidemie, malattie infiammatorie intestinali, epatopatie croniche, insufficienza renale.

– studi sulla prevenzione dell'occlusione di bypass aortocoronarici con farmaci antiaggreganti piastrinici – studi sul meccanismo d'azione di alcuni farmaci antiaggreganti piastrinici

– studi sulle modificazioni di alcuni parametri del sistema emostatico indotte da farmaci trombolitici in pazienti con infarto miocardico acuto.

– studi sull'effetto di diverse concentrazioni di calcio ionizzato extracellulare sulla funzione piastrinica

– studi sull'effetto dell'eritropoietina ricombinante sul tempo di emorragia di pazienti con insufficienza renale

CONDIVIDI